Belushi – In missione per conto di Dio – Edizioni BD

belushi-in-missione-per-conto-di-dio-una-poltrona-per-tre

Marzo 1967: John viene accompagnato a fare un’audizione a Chicago dal suo insegnante di drammaturgia del liceo. John ha diciotto anni e un promettente futuro come giocatore di football. Ma sul palco si sente a suo agio, è il suo posto e il genio comico innato che ha la fortuna di possedere farà di lui uno dei maggiori talenti comici statunitensi.

Belushi: in missione per conto di DioEdizioni BD è la graphic novel di Alberto Schiavone (storia) e Matteo Manera (disegni) che ripercorre la vita del grande John Belushi, figura unica nel panorama comico e musicale di quella magica stagione che furono gli anni settanta americani.

Gli inizi con la compagnia Second City, il passaggio al National Lampoon e la consacrazione al Saturday Night Live, di mezzo il cinema, soprattutto i due film che lo hanno reso un’icona internazionale: Animal House e The Blues Brothers. L’amicizia con Dan Aykroyd e l’amore con Judith con cui si fidanza ai tempi del liceo e da cui non si separerà mai.

Tutto raccontato molto veloce, senza pause, un viaggio alla scoperta dell’incarnazione del “Live fast, die young” disegnata con un tratto ruvido, molto grunge-rock, in cui la vicenda umana e professionale di Belushi scorre velocissima attraverso le poche pagine di questo bel fumetto che riesce, però, a restituire con fedeltà lo spirito profondamente anticonformista di un artista straordinario e semplice allo stesso tempo.

Semplice. Perché basterebbe una sola parola a descrivere il personaggio Belushi: eccesso. Nella vita e sul palco John era sempre alla ricerca dell’estremo, andare contro le regole, ribaltare le convenzioni, in due parole l’essenza della comicità.

Straordinario. Perché, con il suo talento irriverente, ha sdoganato la comicità demenziale, ha rimescolato generi diversi, diventando il primo comico multimediale e multiculturale grazie al suo lavoro parallelo in teatro, alla televisione e al cinema e al suo recupero  del Rhitm ‘n’ Blues mescolato ad uno spirito Punk-Rock.

Se vi piacciono i fumetti, non fatevelo sfuggire. Se non vi piacciono, regalatelo a qualcuno che sappia apprezzare. Non lo deluderete.

 “I miei personaggi dicono che va bene essere incasinati. La gente non deve necessariamente essere perfetta. Non deve essere intelligentissima. Non deve seguire le regole. Può divertirsi. La maggior parte dei film di oggi fa sentire la gente inadeguata. Io no”.

(John in una delle sue rare interviste)

Giudizio dell'autore:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.