Tony & Susan

articolorecensionetonysusan

Un giorno Susan Morrow, docente di inglese, riceve un manoscritto da Edward, il suo ex marito, con una semplice nota: “Incontriamo appena lo hai finito di leggere e fammi sapere che cosa ne pensi”.

Inizia così un romanzo thriller che al suo interno racchiude lo scritto di Edward Animali notturni, ovvero la storia di Tony Hastings, un professore universitario dalla vita ordinaria che vede sconvolgersi la propria esistenza nel momento in cui dei teppisti fermano la sua auto e rapiscono moglie e figlia. Il viaggio verso il Maine di Tony, insieme alla famiglia, diventa così un vero incubo: seguiranno eventi truci e violenti, mentre la mente di Tony non sarà più la stessa.

Tony&Susan

Che cosa sappiamo di Susan? All’inizio poco o niente: è divorziata, ha una nuova famiglia e vive tranquillamente la sua esistenza. L’autore, Austin Wright, alterna in maniera magistrale la lettura del romanzo a piccoli momenti di Susan che legge il manoscritto. Il processo psicologico che prende forma diventa sempre più chiaro, quando Susan inizia a farsi delle domande e a ripercorrere la propria vita sentimentale – partendo dalla conoscenza di Edward e dal matrimonio fallito.

Quali sono le intenzioni di Edward? Una rivincita nella dimostrazione di aver finalmente scritto un romanzo? Un tentativo di plasmare la mente di Susan, che crede di aver trovato la giusta direzione? Tony e Susan sono effettivamente uniti, così come il titolo del romanzo, con quella ‘e’ commerciale che lega i due. Soltanto che Tony vive in un mondo di finzione (terribile, angosciante e violento), mentre Susan trascorre le sue giornate nella rassicurante realtà quotidiana.

Il libro instilla in Susan “un’inquietudine, una paura di cui le sfugge l’oggetto, diversa da quella che è presente nella storia, e che sembra venire da dentro”. Le certezze di Susan crollano: il passato con Edward, il secondo matrimonio con Arnold, che probabilmente si trova in compagnia della segretaria Marilyn Linwood. La paura di Susan non corrisponde a quella razionale di Tony (il rapimento), ma è qualcosa di più profondo, irrazionale. Sono svelate le sue fragilità, quelle di casa sua, delle sue relazione e una generale precarietà di ogni sicurezza.

Che cosa farà Susan? Che cosa faremmo noi lettori, in questo triplice incastro tra realtà e finzioni?

Tony & Susan è un thriller ben scritto, con una struttura intelligente che fa crescere in noi lettori quella stessa ansia irrazionale che coglie Susan, a mano a mano che le pagine avanzano. Un bellissimo momento di immersione totale nella lettura, in grado di risvegliare le ansie e le paure più profonde, fino all’ultima pagina, quando si spezza l’incantesimo, ma noi e Susan (i lettori) non saremo comunque gli stessi.

p.s. Da questo romanzo è tratto il film di Tom Ford Animali notturni, in uscita nelle prossime settimane in Italia (a Venezia ha vinto il Leone d’argento – Gran premio della giuria a Tom Ford)

Giudizio dell'autore:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *