How to make it in America

makeitinamerica

Inseguire i propri sogni è difficile, specialmente se la tua ambizione è quella di diventare uno stilista affermato nella grande mela, dove quello che di certo non manca è la concorrenza.

How to make it in America è la storia di Ben, un giovane ventenne interpretato da Bryan Greenberg (Prime, One Tree Hill) e di Cam Calderon (Victor Rasuk) alle prese con l’arduo obiettivo di sfondare sulla scena modaiola newyorchese. Quello che ai due ragazzi non manca è l’intraprendenza e le giuste conoscenze, tra artisti della fotografia ed ex compagni di scuola arricchiti. Gli imprevisti, com’è giusto che sia, non mancano e i due protagonisti si ritrovano in affari con Rene, il cugino in odore di malavita di Cam. Ma in fondo bisogna rischiare per seguire il sogno americano, no? E allora non resta che mettersi sotto e darsi da fare.

Già dai titoli di testa capiamo che questa non è la classica serie americana, anzi, la prima impressione è quella di trovarsi di fronte ad un film decisamente ben confezionato. La fotografia è un incrocio tra un video musicale alla Spike Jonze ed un magazine di street culture. Nel puro stile Hbo, a farla da padrona è New York, quella vera, con la sua scena giovanile e underground della downtown, dove anche la musica gioca un ruolo fondamentale.

Pur essendo solo un pilot, con la produzione di Mark Wahlberg e con la partecipazione di Shannyn Sossamon (40 giorni e 40 notti, Le regole dell’attrazione) e Kid Cudi, (il cantante di Day ‘n’ Nite) questa serie ha tutte le potenzialità per essere un nuovo fenomeno televisivo. Ci riuscirà?

2 thoughts on “How to make it in America

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.