Visionari

Visionari, di Corrado Augias

Visionari. Geni, artisti, registi, personaggi storici che hanno saputo andare oltre la realtà. Uomini e donne che, attraverso il loro sguardo sopraffino, hanno raccontato il mondo in maniera diversa. E lo hanno cambiato.

Visionari è il programma di Corrado Augias, arrivato quest’anno alla seconda edizione, dopo il successo della prima. Il giornalista si dedica a interviste fantasiose fatte a personaggi reali: da Fellini a Mozart, passando per Michelangelo, Leonardo, Gandhi, Shakespeare e papa Francesco. Il dialogo attraverso il tempo apre tutte le puntate, dedicate appunto ad una figura storica, ad un genio che ha saputo guardare al futuro, disegnando il confine tra un prima e un dopo.

Augias, con la curiosità che lo contraddistingue, indaga e fa le sue inchieste prendendo il personaggio in questione dal punto di vista biografico e storico. Che cosa hanno lasciato? In che modo il loro sguardo ha cambiato il mondo che vediamo oggi? In studio ci sono anche numerosi ospiti, tra storici, psichiatri e sociologhi.

Un’ora per capire una figura umana, un genio, un visionario. Il programma va in onda ogni Lunedì alle 23.10 su Rai Tre, ma si possono recuperare facilmente le puntate online sul sito della Rai, nella sezione dedicata al programma.

Purtroppo ancora una volta dobbiamo notare come un programma di cultura sia relegato in seconda serata.
Lo stesso Augias dice: “Visionari nasce con alcune ambizioni, sperando che non siano sbagliate. Presentare al pubblico della televisione dei personaggi che hanno giocato la propria vita su un’intuizione, cambiando le regole del gioco. Molto più modestamente, anche noi vorremmo cambiare le regole: quelle del piccolo gioco televisivo. Un programma culturale che non tema di parlare di scienza, di filosofia, di teoria politica, di teologia. Argomenti raramente affrontati su questo mezzo. Una televisione che serva a qualcosa. Ammesso che l’operazione riesca”.

Secondo noi, questo tipo di televisione serve a qualcosa.

Giudizio dell'autore:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.