Il sale delle terra

Il sale della terra, Wim Wenders 2014

Il sale della terra, Wim Wenders 2014

Wim Wenders racconta il lavoro di Sebastião Salgado, fotografo brasiliano che con i suoi lavori ha saputo raccontare le tragedie umane, molto spesso dimenticate o non considerate dall’opinione pubblica.

Negli ultimi anni ha girato per l’Italia l’ultima fatica di Salgado: Genesi; una bellissima raccolta di scatti di una Terra ancora non toccata dalla mano e dalla distruzione dell’uomo, dalle terre fredde della Siberia all’Amazzonia. Paradisi dimenticati, dove l’uomo ha un rapporto spirituale con la Terra e la Natura.

Wim Wenders non vuole raccontare tanto la vita di Salgado, quanto mettere in risalto i suoi lavori, presentandoli direttamente allo spettatore, facendoli però commentare dal fotografo.

Salgado si ritrova così a ripercorrere la sua vita e i suoi lavori: da sempre impegnato a mettere alla luce le tragedie e i crimini contro l’umanità: immigrazioni, esodi, carestie, rivoluzioni. Con le sue fotografie è sceso nella zona più oscura dell’animo umano al punto che la sua stessa anima, dice, si è macchiata di tenebra e per un certo periodo di tempo non è riuscito più a prendere in mano il suo strumento.

La nuova speranza è stata ritrovata con il contatto con la Natura e con un progetto vero: la riforestazione tramite il progetto Instituto Terra in Brasile.

Il regista racconta così come il mezzo fotografico – e cinematografico di conseguenza – possa portare lo sguardo su parte della condizione umana, troppo spesso dimenticata o cancellata. Il bianco e nero delle fotografie di Salgado spiazzano, colpiscono come pugni dentro lo stomaco.

L’uomo posto al centro, analizzato per le atrocità che può commettere contro di sé. Così Salgado è posto dentro il suo lavoro, per commentarlo e per raccontarlo, per accompagnare lo spettatore in un viaggio bellissimo, pieno di riflessioni e alla ricerca della riscoperta del contatto con la Natura. Perché il messaggio finale è comunque di speranza: una connessione ritrovata con la Terra.

Giudizio dell'autore:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.