Jiro dreams of sushi

Jiro_dreams_of_sushi - Una Poltrona per Tre

Jiro sogna il sushi. Al mattino, dopo essersi alzato, dedica l’intera giornata al suo piccolo ristorante e, ogni giorno, espone le sue creazioni culinarie come pezzi d’arte che vengono gustati dai pochi fortunati che sono riusciti a prenotare un posto a sedere.

David Gelb, il regista, è partito con l’idea di fare un documentario sul sushi (tanto è vero che il titolo iniziale doveva essere Planet of Sushi); ma dopo aver incontrato Jiro ha deciso di dedicare la pellicola interamente a questo meraviglioso personaggio.

Jiro Ono, 85 anni, gestisce il Sukiyabashi Jiro, valutato con tre stelle dalla guida Michelin dei ristoranti. Egli ha fatto del sushi la sua vita e la sua arte; e ciò che sembra essere una fetta di pesce appoggiata su un grumo di riso, si trasforma in una vera e propria opera artistica, dietro cui ci sono lavoro, passione, serietà e tanti anni di pratica.

Il documentario, diviso tra interviste a Jiro e ai suoi figli, mostra come ci si possa applicare in maniera maniacale e quasi ossessiva in cucina. La storia personale di Jiro è tutta da ascoltare e ammirare, per tutti i passi che, in solitaria, è riuscito a compiere. Ancora oggi Jiro sembra sempre alla ricerca della perfezione, della perfetta composizione di ingredienti che egli stesso conosce e studia: dal riso al tonno pregiato, fino alla più semplice frittata. Ogni cosa ha la sua disposizione precisa, persino l’ordine in cui devono sedersi i clienti: ancora prima di iniziare a mangiare, Jiro ha capito come dovrà servire il pasto.

Filosofia, arte, poesia, tecnica. Elementi che si mescolano perfettamente in un documentario che – oltre a far venire fame – spiega precisamente che cosa si nasconde dietro la passione di una persona semplice. Un mistero grande che si illustra in quei movimenti (ripresi a ralenti) catturati in cucina.

Jiro ha dedicato la sua vita al sushi, al punto da sognarlo. Dietro quella faccia simpatica ci sono rimpianti? O desideri inappagati, o traguardi non raggiunti? La perfezione è un traguardo difficile da raggiungere, ma guardando questo documentario si intuisce come ci si possa andare vicino.

Giudizio dell'autore:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.