Pa-ra-da

143763b_Pa-ra-da-visore

Pa-ra-da è il sogno di un clown. Pa-ra-da è una speranza in un mare di tenebre. Pa-ra-da è il risultato delle fatiche di Miloud Oukili (interpretato qui da Jalil Lespert), un ragazzo algerino che corona il proprio sogno di diventare clown e viaggia in Romania, dove si imbatte nelle difficoltà dei ragazzi di strada, orfani e drogati. Vengono soprannominati “boskettari” e per cercare di salvarli decide di aprire una scuola di circo cominciando con l’attirare la loro attenzione sui propri piccoli spettacoli di strada. Il lavoro che deve compiere è molto difficile: inizialmente sono pochi i ragazzi che abbandonano la misera vita di prostituzione e droga (sniffano tutti colla da sacchetti di plastica in continuazione); ma attraverso la passione per il proprio mestiere, la grandissima forza di volontà e l’aiuto di Guido, sacerdote Salesiano, Miloud riuscirà a costruire una piccola compagnia per allestire uno spettacolo.

Il film, diretto da Marco Pontecorvo (figlio di Gillo Pontecorvo), pur passando attraverso l’allegria del circo e del clown, è un pugno nello stomaco, un quadro desolante della Romania post regime comunista di Ceausescu (siamo nel 1992); è una storia vera, presa dalla strada, con volti di bambini che raccontano sofferenza e disagio. Un disagio presente tutti i giorni, che a volte viene sconfitto dalla bellezza di un naso rosso e la risata di un clown di strada.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.