Sherlock Holmes – Gioco di ombre

sherlock_holmes_a_game_of_shadows_wallpaper

Dopo il successo del primo episodio, non poteva mancare un seguito: Sherlock Holmes (Robert Downey Jr.) in stile Guy Ritchie è tornato, affiancato dall’inseparabile Watson (Jude Law).

Nonostante ci si aspettasse una mera ripetizione del primo capitolo, Sherlock Holmes – Gioco di ombre è un buon film, che ci regala ancora una volta un personaggio stravolto, ma allo stesso tempo azzeccato. La coppia dei due attori funziona alla grande: gli scambi di battute sembrano cuciti appositamente su loro due. Le deduzioni del più grande investigatore al mondo sono messe sotto la lente della macchina da presa e analizzate con slow motion e rapidi stacchi, per far capire allo spettatore quello che gli passa per la testa. Guy Ritchie è bravo nel riuscire a introdurre l’azione là dove si pensava avrebbe trasformato in maniera negativa un personaggio nobile come Sherlock Holmes. Il rapporto con Watson, al limite della bromance, è la chiave del film, e si poggia interamente sulla bravura degli attori e sugli ottimi scambi ironici e divertenti tra i due.

Il duello con Moriarty (Jared Harris) è uno scontro tra due menti geniali, che hanno rispettivamente messo il proprio dono al servizio  della criminalità e della giustizia. È una partita a scacchi, ma non serve nemmeno muovere le pedine, perché entrambi conoscono già le mosse in anticipo e hanno uno schema ben preciso in mente. Solo chi riuscirà ad avere la giusta intuizione, al di fuori del proprio schema, risulterà vincitore.

Lo stile di Guy Ritchie è apprezzabile, anche perché, se si conoscono i suoi lavori precedenti, si sa a che cosa si va incontro. Sherlock Holmes – Gioco di ombre è un film piacevole, condito da molti effetti visivi che rendono più gradevole la visione (degna di nota la scena di fuga nel bosco). Sull’onda del successo, è previsto un terzo episodio (per ora solo in scrittura);  non lo attenderemo con ansia, ma tornare al cinema per rivedere uno Sherlock  e un Watson di questo genere sarà sempre un piacere.

One thought on “Sherlock Holmes – Gioco di ombre

  1. Forse è un po’ troppo “avanti” per i tempi, ma devo dire che è stata proprio una piacevole visione. Guy Ritchie sempre apprezzabile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.