1.400.000 passi sulla via Francigena

14-passi

Il bello della lettura non è dato tanto dal terminare in fretta un libro, ma dalla soddsfazione di gustarsi ogni singola frase, di scoprire con calma tutte le sue sfumature, di entrare in sintonia con i protagonisti.

E’ per questo e per molti altri motivi (una buona dose di sottile ironia del narratore, una cura costante per la stesura delle varie giornate e l’entusiasmo nell’affrontare ogni esperienza) che 1.400.000 passi sulla via Francigena di Giuliano Mari (Emme Ebi Edizioni)  si rivela una lettura piacevole, originale e interessante.

E non c’è bisogno di una vera trama: tutto nasce da una decisione pratica dell’autore che, zaino in spalla (non si fa per dire), GPS alla cintura e scarponi ai piedi, decide di percorrere la parte italiana del celebre percorso della Francigena, che da Canterbury conduce direttamente a Roma, meta di pellegrinaggi sin dal Medioevo.

Ed ecco la trama: nulla è inventato, se non le frequenti fantasticherie e le riflessioni del protagonista, tutto ciò che viene descritto è reale. E’ proprio questa la cosa bella. Giuliano, nel suo tragitto, ritrova un’umanità che per quasi tutti sembra perduta, quell’umanità che si cela in piccoli gesti quotidiani come fermarsi a salutare uno sconosciuto e magari scambiarci quattro chiacchiere, camminare in silenzio nella natura, in luoghi densi di una storia antichissima, mangiare un piatto locale. Tutte attività che nella società odierna vengono dimenticate perchè ritenute inutili o semplicemente perchè il tempo scandisce ogni singolo momento.

E allora, per rilassarci e per scrollarci via la monotonia della routine lavorativa, ci costringiamo a partire e se siamo abbastanza attenti e fortunati ritroviamo un pò di sollievo.

Giuliano è stato furbo. Dopo un’intera vita dedicata ai doveri di lavoratore, invece di sprecare gli anni della pensione a rimuginare sul passato, ha dato il via a un’esperienza unica, che la sua intelligenza e la sua sensibiltà hanno reso degna di nota.

Perciò ha tenuto questo bel diario di viaggio, che rende omaggio alla terra italiana e alla sua cultura.

2 thoughts on “1.400.000 passi sulla via Francigena

  1. lo consiglio a tutti!!
    no, a parte gli scherzi, è una lettura piacevole e rilassante (e anche divertente) per chi non ha il coraggio di affrontare un viaggio come questo o per chi vuole prendere ispirazione!!

    Bravo!!

    (PS: brava Cri!!)

  2. trovo il libro divertente e rido spesso, ed interessante e seguo il percorso con la cartina!! porta a riflettere, sognare ed immaginare, e la voglia di partire…
    grazie giuliano mari!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.