The black magician’s trilogy

TheBlackMagicianTrilogy

Se a qualche appassionato di fantasy capitasse di fare un salto in libreria, potrebbe notare una nuova copertina tra le novità, una copertina bianca con al centro una figura incappucciata nera. È la nuova trilogia dell’autrice australiana Trudi Canavan, appena approdata nelle classifiche italiane. Il titolo originale è The black magician’s trilogy ma da noi è conosciuta come la trilogia dei maghi, (in ordine: La confederazione, La scuola e Il segreto dei maghi). Trudi Canavan ha in programma altre trilogie collegate alla prima, tutte ambientate nel mondo da lei ideato. Nelle prime pagine del libro troviamo una mappa della città dove sono ambientate le avventure narrate (Imardin) e una cartina dell’intera regione, disegnata dall’autrice.

Questa prima trilogia ha come protagonista Sonea, una ragazza dei bassifondi che entra a far parte del mondo magico per puro caso e tra intricate vicende diverrà novizia della Corporazione dei maghi di Kyralia, (la regione della città di Imardin) organo governativo affiancato soltanto dal re. Come in ogni fantasy che si rispetti vediamo la comparsa di maghi, ladri e guerrieri e di razze fantastiche. Stavolta non si tratta di elfi o gnomi ma di kyraliani, sachakani, vindo e altre esotiche popolazioni.

Una volta descritte le dinamiche e gli abitanti di Kyralia, l’autrice è abile nel creare una trama via via più complessa, introducendo il lettore in una rete sempre più fitta di problemi e misteri da risolvere, ingrandendo sempre di più il raggio delle avventure e creando nemici sempre più temibili e numerosi, in un crescendo di tensione.

I personaggi, oltre alla protagonista, sono numerosi e ognuno possiede una caratteristica che lo rende interessante; dall’amico d’infanzia Cery al vecchio mentore Lord Rothen, ognuno matura con lo svolgersi degli eventi e assume ruoli diversi e fondamentali sia nella storia della città che nella vita di Sonea. Il romanzo è ben costruito, la trama forse è un po’ banale per i veterani del fantasy ma originale nel suo genere. Inoltre l’autrice introduce un argomento delicato come l’omosessualità e affronta nel suo mondo inventato gli stessi problemi che si presentano nella realtà quotidiana con una delicatezza e un ottimismo non comuni. Consiglio la lettura a chi ama i giochi di ruolo, richiamati sia dall’ambientazione sia dalle abilità dei protagonisti (Sonea è un mago-ladro ma non ha bisogno di cursori o dadi per sconfiggere i nemici).

3 thoughts on “The black magician’s trilogy

  1. già già molto bello!!
    già dalle prime pagine ti ritrovi in un mondo nuovo e tutto da scoprire, ma l’autrice riesce a creare un’atmosfera familiare e ti ritrovi a girare per le vie di Kyralia con Sonea come se lo facessi da una vita!

    PS: tra poco finisco il primo, mi devi prestare il secondo!!

  2. Bella serie, appassionante e coinvolgente. L’ultimo della trilogia l’ho letto in 4 ore filate.

    P.S. Sig.na LéMèr i libri si comprano!

  3. parole sacrosante dottore, solitamente non mi piace farmi prestare libri, ma voglio farli miei sfogliandoli ogni giorno…ma tra un po’ esco di casa io!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.