…e poi c’è Cattelan

e-poi-ce-cattelan-unapoltronapertre2

Tutti quanti, in prima serata, a seguire Masterchef su Sky Unoe poi c’è Cattelan. Il programma traino è perfetto perché riesce ad avere un ottimo share ogni giovedì sera; subito dopo inizia, per la seconda stagione, il programma condotto da Cattelan (no, non l’artista: Alessandro!).

L’inizio vede il presentatore commentare l’attualità tramite le notizie più buffe e divertenti, come ogni buon talk show americano. In seguito, accompagnato sempre dalla band musicale, entrano gli ospiti della serata per l’intervista.

Da questo momento si dà ampio spazio al carattere simpatico e giovane di Cattelan, che invita nel suo salotto e tratta da compagni di avventure gli ospiti. Sicuramente il grande maestro a cui guardare è David Letterman, uno dei migliori presentatori al mondo nell’omonimo talk show. Il livello dell’americano è però irraggiungibile, là dove l’ironia e il sarcasmo sono sì protagonisti, ma sono anche gli elementi con cui vengono trattati argomenti seri, per far riflettere gli spettatori e per conoscere davvero chi si sta intervistando.
Cattelan, pur avendo ironia e tante belle citazioni della generazione anni ’80, da eterno Peter Pan riesce certamente a intrattenere, ma senza mai incidere davvero con le domande e gli argomenti.

Il programma (ogni giovedì, h23.10, Sky Uno) è comunque un buon passatempo, simpatico e fresco, grazie anche alla profonda interazione social (#epcc, cercate un po’ su twitter). Ogni puntata ci sono due ospiti con cui si scherza, si raccontano aneddoti, si gioca e si parla, in superficie, di un po’ di tutto.

Giudizio dell'autore:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.