Firefly

Fireflyopeninglogo

Firefly, l’incompiuta. Dopo soli 14 episodi della prima stagione la Fox decise di tagliare la serie, con sommo dispiacere (futuro) per quelli che la scopriranno qualche anno dopo.

Firefly tramonta nel 2003, in Italia arriva nel 2006; nel frattempo però, nel 2005, in America hanno girato il film (Serenity), proprio a conclusione della serie, dando così un finale degno a un capolavoro di western-fantascienza.

Firefly ripropone un tema classico: la migrazione degli umani dalla Terra e la colonizzazione dei pianeti dello spazio, avvenuta però in un doppio binario, con un netto divario sociale tra ricchi e poveri. La società ricalca in tutto e per tutto il vecchio West, ma esiste una forte influenza culturale orientale (i personaggi si lasciano sfuggire qualche imprecazione in una lingua simile al cinese).

Protagonista della serie è l’equipaggio della Serenity, un’astronave che viaggia nello spazio alla ricerca di avventure e lavori di contrabbando. Malcom Raynolds è il capitano, ma non mancano il primo ufficiale Zoe, il meccanico Kaylee, il pilota Wash, il mercenario Jayne e la prostituta Inara.

Per ogni puntata i componenti dell’equipaggio affrontano un’avventura, spingendosi tra i vari pianeti e lune dello spazio alla ricerca di soldi per mantenersi. Tutti i personaggi sono tratteggiati con precisione, al punto da entrare in sintonia con loro fin da subito. Seppur autoconclusive, le puntate danno spazio alla trama orizzontale: l’eterna lotta con l’Alleanza, che spadroneggia nell’universo e conduce esperimenti all’oscuro di tutti.

L’ambientazione, che ricorda quella di Cowboy Bebop, è lo sfondo ideale per godersi una serie che, apparentemente, non apporta alcuna novità al genere (ricordandoci  però che si parla di quasi 10 anni fa). Il taglio dopo la prima stagione da una parte provoca rabbia e dispiacere (mitigate leggermente dal film), ma dall’altra dimostra come un prodotto valido possa talvolta non essere riconosciuto come tale, ma sia destinato a diventare comunque un cult. Basta fare qualche piccola ricerca su internet per comprendere come il fenomeno Firefly sia rimasto impresso a tutti e come, ancora oggi, si possa sentirne la mancanza.

Giudizio dell'autore:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.